sabato 22 novembre 2008

torta di mele e mandorle al vino rosso

una torta di mele al giorno....

Questa è una torta speciale.

Non è solo buona, e fatta con ingredienti biologici, e intrigante, e bella da fare. E' straordinaria. Ovvero fuori dall'ordinario. E' semplice e dannatamente chic al tempo stesso. E' spartana e lussuosa, senza essere pretenziosa. Perfetta insomma, una di quelle ricette che porterei su marte, se ne potessi salvare solo 5. (!) Come dicevo, la ricetta non è mia, ma viene da Nicola Michieletto (quello dei maltagliati!), e si può trovare qui, esattamente alla pagina 18 della rivista Valore Alimentare (che seguo praticamente dal primo numero!)

ingredienti

Per la pasta:
250 g di farina bianca “00”
125 g di burro
125 g di zucchero a velo
125 g di mandorle in polvere
un uovo grande
un pizzico di sale

Per il ripieno:
600 g di melette
un dl di vino rosso (io ho usato un novello bio)
100 g di zucchero
1⁄2 limone

Per decorare:
30 g di mandorle a lamelle
zucchero a velo

Lavorare il burro con lo zucchero in una terrina, aggiungete la farina, le mandorle in polvere, l’uovo e il sale. Mescolare velocemente con una forchetta fino ad amalgamare tutti gli ingredienti; coprire con un foglio di pellicola trasparente per alimenti e far riposare in frigo per un’ora.
Sbucciare le mele e tagliatrle a fettine sottili.
Caramellate a fuoco vivo il vino rosso con lo zucchero e il succo di limone in un casseruolino, finché il composto inizia a scurire (io aggiungo un po' per volta, poca poca maizena, per far addensare).
Rivestire una tortiera di 26 cm di diametro e stenderva una parte della pasta in un disco sottile. Foderare così la base della tortiera ricoprendone anche i bordi.
Riempire con le mele e copritele con il caramello. Stendere la pasta rimanente e adagiarla sulle mele, sigillare i bordi, spargere le mandorle a lamelle sulla superficie e infornate a 180° per 30 minuti. Servite la torta tiepida o fredda, spolverizzata di zucchero a velo.

Tiepida, con una tisana o un tè, è buonissima, ma io non metterei (ogni volta me ne dimentico, e lo faccio, e poi me ne pento!), lo zucchero a velo. Le mandorle sono la copertura ideale (vedi foto)!

Come spesso succede per le cose "sublimi", le foto non le rendono minimamente neanche solo l'idea (mi sono così innervosita fotografandola, che mi è venuto il mal di testa! :-/). E stupendo non è solo il caramello al vino che comincia a colorare il piatto, ma il rumore del coltello quando affonda nelle lamelle di mandorle. Vi giuro, da quando è nato il blog, è la prima cosa che mangio mentre posto! ;-P (e non è assolutamente la prima volta che la faccio!)

14 commenti:

  1. ciao, golosa questa torta sicuramente la copierò... grazie per la visita e per avermi fatto conoscere il tuo blog conoscere il tuo blog.... a presto!!!!!

    RispondiElimina
  2. pardon nel post precedente ho fatto degli errori ....

    RispondiElimina
  3. Decisamente invitante questa torta e grazie per la segnalazione della rivista, che non conoscevo!

    RispondiElimina
  4. senza dubbio alcuno questa torta è davvero sublime...la copierò al più presto. Ha anche un pregio notevole:è senza lievito, quindi ottima con tutte le intolleranze che ci sono oggi...ciao

    RispondiElimina
  5. ciao a tutti!
    Sì, ottima senza lievito per intolleranze, salvo per chi ha problemi con frutta a guscio... E la rivista è veramente molto interessante, io la trovo "cartacea" nei negozi "Biopolis"....

    RispondiElimina
  6. quante ricette di torte di mele stanno girando in rete! innumerevoli declinazioni personali: la tua mi pare intrigante, per come ce l'hai presentata poi :)
    bella questa rubrica delle cucine sostenibili, sappi che invidio tantissimo il tuo cassettone! ciao,
    wenny

    RispondiElimina
  7. Mi sembra davvero molto buona.. me la segno.. sarà una delle ricettine da provare :-) grazie per l'idea...

    RispondiElimina
  8. Ciao,abbiamo visto per caso la ricetta e scoperto così il tuo blog...bellissimo
    e non vedo l'ora di fare la torta!!!
    Sei nei nostri prferiti,quinid passeremo da te spesso

    Castagna&Albicocca

    RispondiElimina
  9. Una torta davvero particolare, con un accostamento di sapori e ingredienti che mi incuriosisce...le foto non renderanno appieno la bontà di questa torta ma sono davvero molto belle :D
    Un bacio
    Fra

    RispondiElimina
  10. compliemnti è una torta originale per me non avevo mai pensato di metttere insieme vino rosso e mele

    RispondiElimina
  11. grazie, grazie a tutti per i complimenti, e soprttutto a fra', dato che le sue, di foto, sono davvero bellissime mi ciodolerò un po' a seguito del suo commento.... :-)
    @wenny: piano piano farò tutto, e sappi che ho in programma un post par-condicio per dare indirizzi di cassettoni o simili sparsi per l'italia, chissà, magari ne acchiappi uno in zona da te.....

    RispondiElimina
  12. che bella quaeta torta!! davvero buona la farcia con mele e vino! E tutti ingredienti biologici...quini sei stata super brava!!
    bacioni

    RispondiElimina
  13. oddio cara, leggendo mi è venuta l'acquolina in bocca ... sei bravissima, oltre che come cuoca anche come fotografa... le tue foto sono molto esplicative e te lo dice una che ha l'hobby della fotografia da una vita ... e cmq leggendo ho sentito il profumo e ho sentito il rumore ... mi piacerebbe proprio diventare brava come te ...

    a presto billa

    RispondiElimina
  14. torta di mele e mandorle al vino rosso la mia passione! una delizia!! complimentoni!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...